Diari

XIX: Pensione anticipata

Vai! Hai visto coscienza?

Cosa?

Facebook non mi ha censurata per via del titolo della scorsa settimana aha! Te lo dicevo che non c’è di che preoccuparsi, è gente moderna, alla mano.

Si come no. Aspetta di avere qualche hater in questo gruppo poi se ne riparla.

Si ma…hater’s gonna hate!

Vabbè dai. Cos’è questa storia della pensione anticipata?

Allora, lo so che non arriverò mai alla pensione, sappiamo tutti che ci sono gravi ritardi: si finiscono gli studi tardi, si trova lavoro tardi, si comprano case tardi, si fanno figli tardi…si va in pensione tardi, se mai ci si arriverà. Ma qualche giorno fa mi è capitato di vedere un video su un’anziana ballerina spagnola, stella del balletto internazionale. Il video faceva vedere questa donna anziana, fragile, con un problema di Alzheimer che peró si ricordava ancora le movenze del suo balletto “Il lago dei cigni”.

Spoiler: hai pianto.

Certo che ho pianto! Beh non proprio un pianto dirotto, piú due lacrime di commozione, per questa donna grandiosa ridotta ad un essere fragile che peró ricorda ancora ció che la muoveva da giovane: la passione per la danza e per la musica.

Insomma oggi vuoi far piangere anche i lettori?

Intanto vi invito a guardarlo, il video, se vi va. Ma in realtá subito dopo averlo visto mi sono chiesta una cosa che mi ha fatto sorridere: ho immaginato di essere anziana, in una casa di riposo, e di parlare con le infermiere. Forse la malattia mi farebbe parlare in cinese con loro…

Oh santa pazienza…

Ora: a meno di non essere in pensione in Cina, cosa che dubito fortemente e sconsiglio fortemente di essere pensionati da quelle parti, non credo che le infermiere mi capirebbero. Sarebbe frustrante per entrambi, ma sarebbe anche buffo da vedere dall’esterno…o almeno io l’ho immaginato buffo. Oggigiorno il cinese me lo sto dimenticando, ma forse se fossi in condizioni simili alla ballerina spagnola, il mio cervello andrebbe semplicemente a braccio, con quello che si ricorda dei tempi in cui vivevo in Cina e parlavo cinese!

Ma è una cosa tristissima!

No non lo è, mi ha fatto tornare in mente per l’ennesima volta quanta fatica e anche quanta soddisfazione mi dava studiare e parlare una lingua considerata tra le piú complicate del mondo. PS: non lo è, il russo e l’arabo lo sono di piú! Quindi il pensiero di una pensione in cui possa non essere capita dalle infermiere che si prendono cura di me, mi ha fatto pensare che devo rimettermi a studiare.

Ma la pensione è lontana!

Appunto! Mi ci vorrebbe la pensione anticipata per avere il tempo di studiare di nuovo!

Ma che…scusate…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...